Millefoglie di Pane Carasau

Oggi ricetta furbissima e buonissima. Devo ringraziare la mia amica Daniela per averla segnalata dopo averla a sua volta l’aveva scovata nel blog di Alessia di Muffin, cookies e altri pasticci.

Un piatto veloce, economico, svuota-frigo, buono sia caldo che freddo, ottimo per la pausa pranzo in ufficio, perfetto in estate… Insomma che volete di più dalla vita?

Anche questa ricetta, come di consueto, si trova anche nel mio food-blog principale con traduzione in Inglese, qui però vi do le dosi un po’ più precise e calibrate secondo il piano alimentare suggeritomi dalla mia nutrizionista.

Ingredienti (per 2 porzioni)

  • 160/180g pane carasau
  • 120g scamorza o mozzarella
  • 300g tra pomodori e zucchine
  • 4 cucchiai scarsi di olio (circa 20g in tutto)
  • sale e pepe quanto basta
  • basilico e origano (o altre erbe aromatiche a vostro piacimento) a volontà

Procedimento:

  1. Grattugiate le zucchine con una grattugia a fori larghi direttamente in una ciotola capiente e conditele con basilico spezzettato a mano, sale, una macinata di pepe e metà dell’olio.
  2. In un’altra ciotola, tagliate i pomodori privati dei semi a pezzetti e conditeli con il restante olio e l’origano. Lasciate riposare e insaporire le due verdure per almeno mezzora.
  3. Prendete una teglia da forno e fate uno strato di pane carasau spezzettato. A piacere bagnatelo leggermente con dell’acqua. Tuttavia se lo preferite più croccante, l’acqua rilasciata dalle verdure darà (secondo me) la giusta consistenza, tanto più se utilizzate della mozzarella invece della scamorza.
  4. Cospargete con i pomodori, le zucchine, la scamorza/mozzarella tritata grossolanamente al coltello e un filo d’olio. Schiacciate delicatamente con le mani per compattare il tutto e continuate formando strati di questo tipo fino ad esaurimento degli ingredienti, concludendo con le verdure, i formaggi e il sughetto del condimento.
    millefoglie carasau
  5. Infornate la millefoglie a 180/200° poco meno decina di minuti, giusto il tempo che serve a far fondere il formaggio, e servitela tiepida. (Io la preparo spesso nel fornetto alogeno).

millefoglie carasau

Vi invito a provarla con gli ingredienti più disparati che avete in frigo, soprattutto quelli prossimi alla scadenza che dovete consumare, wurstell, uova sode, peperoni, tonno, … sempre nel rispetto dei vostri piani alimentari!

Vedrete che con un piatto così non vi sembrerà nemmeno di essere a dieta, ve lo garantisco! 

 


Annunci

Risi e Bisi à porter!

Gli onigiri (le pallottoline di riso tipiche giapponesi) sono un “ottimo formato” con cui portarsi un buon risotto, anche freddo, in ufficio per la pausa pranzo! Per ottenere degli onigiri perfetti esistono in commercio (su ebay per noi italiani) degli appositi stampini, in mancanza si possono modellare o servendovi di vasetti di yogurt con mix (che hanno di solito forma triangolare), oppure con le mani, magari aiutandovi con della pellicola per alimenti (guarda qui il procedimento).

Ingredienti per due porzioni:

  • 100gr di piselli sgranati (se comprati con la buccia considerate 300g),
  • 100gr di riso
  • 1 lit. di brodo
  • due cucchiai di olio evo
  • 60 prosciutto a dadini (oppure come in foto qualche fettina di salame – 30g, ogni tanto non guasta)
  • 1/2 cipolla bianca piccola
  • prezzemolo o altra erba aromatica,
  • due cucchiai di parmigiano reggiano
  • sale q.b.

Procedimento:

  1. In un pentolino mettere i piselli, la cipolla, i cubetti di prosciutto e un bicchiere d’acqua e lasciare cuocere per 10 min.
  2. A parte preparare del brodo e tenerlo in caldo, volendo possono anche uitlizzarsi i baccelli dei piselli se di varietà mangiatutto.
  3. Unire il riso ai piselli, lasciare che assorba i liquidi, quindi unire il brodo al bisogno mescolando per non farlo attaccare sul fondo.
  4. A pochi minuti dalla fine della cottura del riso aggiungere l’olio (se non vi piace il sapore dell’olio crudo, altrimenti aggiungetelo alla fine) e quando è cotto mantecare con il parmigiano.
  5. A questo punto servire oppure, per gli onigiri, lasciar riposare il tutto coperto qualche ora (o tutta la notte), quindi preparate i vostri onigiri con le apposite formine, oppure modellando il riso avvolto nella pellicola con le mani, e sistemare nel vostro portapranzo, decorando con verdura, fettine di salumi…

risi e bisi onighiri

Cous cous in agrodolce… che squisitezza!

Diciamo che quello che vi do oggi è uno spunto da cui partire, mantenendo però i “capisaldi” della preparazione: condimento con aceto e olio, uvetta (meglio se ammollata in aceto) e abbondanti erbe aromatiche mediterranee, in particolare menta. Preferibilmente utilizzate delle verdure in agrodolce oppure sottaceti.

Molto molto più appagante (e per certi versi economico) delle insalate di riso. Un piatto adatto anche all’estate.

P1010204
Ingredienti per 2 porzioni
(le proporzioni sono variabili secondo il gusto e i piani alimentari):

  • 100g di cous cous precotto
  • 2 petti di pollo (250g circa)
  • 2 zucchine o altra verdura
  • verdure sott’aceto o giardiniera
  • 100g ceci precotti
  • menta e/o basilico o altre erbe aromatiche
  • 30g di uvetta (sostituisce la porzione di frutta prevista nel piano alimentare)
  • olio (secondo il proprio piano alimentare)
  • uno o due cucchiai scarsi di aceto bianco (o di mele)
  • un pizzico di curcuma o zafferano (facoltativo)
  • sale q.b.

Procedimento (tempo di preparazione 10 min.):

  1. Preparare il cous cous secondo le indicazioni della confezione, aggiungendo nell’acqua un pizzico di curcuma (solo per dare un colore più acceso).
  2. Scaldare una padella e cuocerci il pollo senza grassi. Nel frattempo grattuggiare le zucchine con una grattugia a fori larghi.
  3. Quando il pollo è cotto toglierlo dalla padella e versarci dentro per pochissimi minuti le zucchine per farle appassire leggermente. Salare.
  4. Sminuzzare le verdure sott’aceto, il pollo e unire tutti gli ingredienti al cous cous.
  5. Condire con un cucchiaio di olio e di aceto e profumare con abbondante menta o basilico.

Questo cous cous è ottimo da portare in ufficio: si prepara in pochissimo tempo (10 min.), non è necessario scaldarlo, è buonissimo e non appesantisce troppo pur dandovi un buon senso di sazietà. Provatelo e mi ringrazierete!

Cous cous nel Lunch Box!

P1010070

Cous cous con salsiccia e zucchine (15/20 min):

  • 70g cous cous precotto
  • 150g zucchine
  • 150g salsiccia
  • sale, pepe, olio q.b.
  • un rametto di rosmarino e bacche rosa per decorare e profumare

Preparare il cous cous secondo le indicazioni sulla confezione (5 min) e conditelo con uno o due cucchiai di olio e sale.
Scaldare una padella di acciaio sul fuoco senza grassi, quindi cuocere a fuoco vivo la salsiccia spezzettata (5 min). Intanto tagliare la zucchine a cubetti e versarla in padella. Lasciar cuocere insieme altri 3 o 4 minuti, eventualmente con il coperchio. Aggiungere sale e pepe.
Nel vostro portapranzo sistemare da un lato il cous cous, e dall’altro lato la carne con la verdura (oppure se preferite mischiate tutto, ma così andrà via più tempo!!). Pronto! Velocissimo da preparare, molto utile per la pausa pranzo in ufficio!

E se ti prende la voglia di Kebab…

Non ho mangiato molto spesso il kebab, solo due o tre volte, però il “concetto” mi piace molto e quando mi prende la voglia, piuttosto che trangugiare quella carne straunta e ricca di glutammato monosodico lo preparo a casa, con quello che ho nel frigo al momento: un ottimo modo per liberare il frigo prima della spesa settimanale! Ed è anche un’ottima idea per il pranzo fuori casa:
Ecco qui come mi piace prepararlo:

Ingredienti:

  • 1 piccola piadina (70g)
  • 100g pollo cotto alla piastra o in brodo o altro avanzo di carne in qualsiasi modo cotta
  • Verdure crude a piacere e volontà (pomodori, carote, cetrioli, cipolla… … )
  • Verdure cotte a piacere (melanzane in agrodolce, oppure zucchine, funghi trifolati,…)
  • Salsine leggere (per me senape mischiata a yogurt magro) meglio se piccanti

Video-procedimento:

Nostalgia d’estate: rotolini di zucchina e ricotta profumati!

Oggi questa bella giornata di sole e il profumo di primavera che inizio ad avvertire per strada mi hanno suggerito questo piatto che è una festa per tutti i 5 sensi, e ancora una volta le zucchine sono riuscita a farmele piacere. Provateli e un grosso sorriso vi si stamperà in faccia. Ottimi anche come soluzione per il pranzo in ufficio

P1012964

Ingredienti per 10/12 rotolini:

  • 1 zucchina
  • 100g di ricotta
  • un limone non trattato
  • menta (o altra erba aromatica a vostro piacimento)
  • 15g di pistacchi (o altra frutta secca a vostro piacimento)
  • un pizzico di sale (se i pistacchi sono salati non è necessario)

Procedimento:

  1. Affettare la zucchina nel senso della lunghezza e grigliarla (io non ho la piastra, le ho passate qualche minuto nel forno a microonde)
  2. Nel frattempo aggiungere alla ricotta con un pizzico di sale, la buccia grattuggiata di 1/2 limone, la menta e i pistacchi tritati grossolanamente (e cercate di resistere alla tentazione di mangiarla tutta al momento!
  3. Mettere un cucchiaino di composto di ricotta su ogni fettina di zucchina e arrotolarla (se sono troppo lunghe, tagliate le fettine a metà, un giro e 1/2 è più che sufficiente.
  4. Se riuscite a resistere ancora lasciar riposare in frigo qualche minuto (io ho pappato tutto all’istante a malapena ho fatto la foto!). Servire guarnendo con pistacchi interi e riccioli di limone.

Ho completato il piatto con una frisella con pomodori e due cucchiaini di olio: 10+ La frutta meglio ometterla perché sostituita dai pistacchi! Occhiolino

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Provateli e ditemi se non sono una festa per papille, naso e dita!!!

I (h)ate Zucchine!!!

Titolo ambivalente che però rispecchia bene il mio rapporto con questo ortaggio: io detesto le zucchine, la loro mancanza di sapore e la loro consistenza “pla pla” (come dice mio padre), però devo dire che da quando ho iniziato la dieta è raro che manchino nel mio frigo perché comunque sono molto veloci da cuocere, e dopo alcuni tentativi riusciti malissimo, sono riuscita a trovare dei modi per cuocerle che le rendono non solo commestibili ma talvolta addirittura buone!!! Sorpresa

Naturalmente vi propongo solo quest’ultimi esperimenti!!! Oltre alle ricette già inserite eccone altre già collaudate:

Pasta con zucchine e speck:
(dosi per una persona)
Mettete a cuocere 70g pasta integrale, tostate in padella antiaderente 30g speck (senza olio), poi unite le zucchine (150g affettate sottilmente) e fate insaporire, aggiungete un po’ di acqua di cottura della pasta. Aromi a piacere (aglio, pepe,…) e un bel pomodoro maturo.
Secondo me la pasta integrale (possibilmente divella) con questo condimento lega benissimo! So che la presenza dello speck potrebbe sembrare meno light, però io nella dieta di mantenimento come opzione di tanto in tanto ce l’ho!
kcal tot: 467 (grassi tot. 16/18 grammi)

Pasta con zucchine e noci:
(dosi per una persona)
Mettete a cuocere 70g pasta, affettate a rondelle o a nastro (con l’apposito utensile) una zucchina e lasciatela appassire in una padellina antiaderente senza grassi, con qualche cucchiaio di acqua e dei pomodorini. Aggiungere se gradito aglio e peperoncino (poco). Quando le zucchine saranno quasi cotte aggiungete un cucchiaio di olio (5g) e due o tre gherigli di noce sminuzzati.
Ottimo anche questo con la pasta integrale. (Calorie e grassi: poco meno della ricetta precedente).

Uova strapazzate con le zucchine:
(dosi per una persona)

una o due uova (dipende dal piano alimentare, nel caso si può aggiungere un albume) zucchine (150g), parmigiano (un cucchiaio), aromi (a me piace la menta).
Far cuocere le zucchine (tagliate a “scagliette” con la grattugia a fori larghi) in padella antiaderente unta leggermente con un tovagliolino bagnato di olio, un pochino di aglio, se piace, o erba cipollina. Quando l’acqua è evaporata aggiungere l’uovo leggermente sbattuto insieme al formaggio e le foglioline di menta. Finire di cuocere lasciando le uova più o meno cremose secondo il gusto!!!
Volendo si può fare anche una frittata aggiungendo del pangrattato (sottraendo la quantità dal pane previsto per il pasto).
Ottima soluzione per il pranzo fuori casa: tra due fette di pane, e via! Occhiolino

Minestra di verze e zucchine
(dosi per 4 persone)
1/4 di verza – 2 zucchine grandi tagliate a tocchetti – 2 bicchieri di riso – 2 cucchiai di olio – brodo o dado – cipolla
far cuocere la verza nel brodo con le zucchine (e le cipolle) coprendo la pentola con il coperchio, la quantità di brodo deve essere sufficiente a coprire le verdure, non ne serve troppo. A parte lessare il riso, scolarlo a tre minuti dalla giusta cottura ed unirlo alle verze, insieme ai due cucchiai di olio. Terminare di cuocere a fuoco vivo. La minestra deve rimanere brodosa. A piacere spolverare di parmigiano (15g)
ma a me è piaciuta molto così senza niente! Scaldacuore e scaldainverno! Innamorato

Finto pesto alla genovese
(dosi per 4 persone)
2 zucchine – una decina di foglie di basilico – 2 cucchiai di olio + acqua di cottura pasta – una manciata di pinoli – un pochino di aglio
Tagliate le zucchine e cuocetele zucchine al vapore. A fine cottura a piacere fatele saltare in padella con un po’ di olio o burro e l’aglio.
Nel bicchiere del mixer ad immersione mettere le zucchine, il basilico i pinoli, l’olio (se non lo avete già aggiunto in padella) e l’acqua di cottura della pasta quanto basta a d ottenere la densità desiderata. Sale e parmigiano q.b.
Buona buona buona sia come pesto (4 porzioni) che come passato di zucchine (per una persona sola) da abbinare al riso.

Penne integrali con zucchine e radicchio
Ricettina alle verdure e anche un po’ svuotafrigo:
Ingredienti per una persona:
60g penne integrali – 1 zucchina tagliata a rondelle – 1/4 radicchio tagliato a listarelle
aglio e cipolla (oppure uno scalogno) – uno o due cucchiai di olio – (a piacere due cucchiai di ceci o fagioli lessati)
Mentre cuoce la pasta fate insaporire le zucchine con olio + acqua di cottura (tre cucchiai) + aglio e cipolla + se vi piace un pizzico di piccante (pepe o peperoncino).
Lasciare cuocere per 5 min. Poi aggiungere il radicchio e attendere la cottura della pasta. Mischiare tutto e gnaammete! Buonissima!