minestra di merluzzo

minestra di merluzzo

Quella che vi presento oggi è una coccola autunnale. Una rassicurante minestra (a me questa piace poco brodosa) a base di verdurine e merluzzo, la cui gustosità deriva proprio dal cuocere in poca acqua tutti gli ingredienti in modo che i sapori restino tutti belli concentrati nel vostro piatto e non dispersi in un brodo troppo allungato. Una specie di pasta risottata insomma.

Ingredienti per 2 persone:

  • 100g tempestina o midolline
  • 300g merluzzo (per le preparazioni last minute va bene anche quello congelato)
  • una carota
  • una costa di sedano
  • mezza piccola cipolla
  • una patata
  • due/tre cucchiai scarsi di olio evo
  • sale q.b.
  • acqua calda q.b.
  • a piacere altre verdure sminuzzate per rendere la minestra un piatto unico

Procedimento:

  1. Mettere a cuocere in un pentolino sufficientemente grande il merluzzo con circa un litro di acqua e le verdure tagliate  a piccoli pezzi, aggiustare di sale.
  2. Dopo pochi minuti di cottura aggiungere la pasta in modo che arrivi a cottura insieme al pesce. Aggiungete acqua calda al bisogno man mano che viene assorbita dalla pasta. A circa due minuti dalla fine aggiungere anche l’olio se non lo gradite a crudo. Quindi servire!
  3. Piccoli accorgimenti: non salate molto il brodo, non essendo una minestra molto diluita, se esagerate rischiereste di trovarmi una pietanza troppo salata, meglio aggiustare di sale a cottura quasi ultimata. Se preferite potete spezzettare il pesce frantumandolo durante la cottura. Questo lo renderà anche adatto a dei bambini. Io l’adoro!!!
Annunci

Spigola in crosta di sale

L’unica difficoltà di questa ricetta sta nei tempi di cottura.
L’unica cosa che vi serve è un pesce non desquamato (a me piace la spigola, ma va bene anche un’orata) e almeno 700g sale grosso per pesce. Mi raccomando: non desquamate il pesce altrimenti assorbirà il sale!!!

In una teglia sufficientemente grande da contenere il pesce versare un dito di sale grosso adagiatevi sopra il pesce, ricoprite completamente con il sale restante: non deve intravedersi il pesce!
Con le dita fate cadere qualche goccina d’acqua qua e là (aiuterà la formazione della crosta)
Infornate a 180/200g per 20/30 min.
Pronto!

A piacere condite con un filo di olio spennellandolo sul pesce con un mazzetto di prezzemolo! A me però piace “nature”. E’ buono anche freddo.

Non temete: il sale non penetra all’interno della carne
dovete solo fare attenzione a non rompere il pesce mentre lo estraete dalla crosta per evitare che il sale si appiccichi (anche se trattandosi di sale grosso può essere tolto con facilità!). La crosta di sale fa si che l’umidità resti all’interno e il pesce non si secchi.