Insalata di riso basmati e Pollo affumicato al te nero

E lo so, lo so… è molto tempo che non pubblico una nuova ricettina light! Ma torno alla grande con questa buonissima insalata di riso

2014-03-01 12.39.40

Vi invito a provare questa insalata di riso e pollo. Il nome della ricetta può far apparire la ricetta più complessa di quello che in realtà è, ma vi garantisco che è un piatto che si prepara in poco tempo, con ingredienti che probabilmente avete già, adatta anche per la pausa pranzo fuori studio, perché va servita fredda o tiepida. La ricetta l’ho presa, dalla rivista Alice Cucina. 

Ingredienti per 4 persone

400g petti di pollo  
120g riso (basmati) + 1 cucchiaio  
q.b. olio (secondo vostro piano alimentare)  
1 limone  
q.b. erba cipollina (io non l’ho messa)  
q.b. rucola, prezzemolo, basilico  
1 cucchiaio di te nero  
2 cucchiaini zucchero di canna (serve per l’affumicatura, non inciderà sulla vostra dieta!)  
q.b. sale  

Procedimento:

1. Lessare il riso. Cuocere i petti di pollo al vapore in un cestello per circa 20 min. (io l’ho lessato proprio sulla pentola del riso in cottura, in quanto ho usato fettine di pollo e non petti interi. Ad ogni modo, se il riso dovesse cuocere prima del pollo, una volta scolato il riso dovete recuperare l’acqua di cottura e portare a termine la cottura del pollo).  
2. Condite il riso con olio, limone e (mia variante) un trito di prezzemolo e basilico.  
  pollo vapore1  
2. Quando il pollo è ben cotto, rivestite con un foglio di carta stagnola il fondo di una padella. Aggiungete un cucchiaio di te nero, due cucchiaini di zucchero e 1 cucchiaio di riso (basmati). Mescolate i vari ingredienti, coprite con un coperchio e lasciate scaldare a fuoco dolce. Non appena inizia a formarsi del fumo disponete sulla padella il cestello con il pollo già cotto. Coprite e fate affumicare per 20 min (anche 10 sono sufficienti, più resta più si impregna di fumo).
  affumicatura1  
3. Servire il pollo adagiato sul riso condito come sopra e cospargete con qualche fogliolina di rucola ed eventualmente il trito di erbe che vi è avanzato. Buon appetito  

2014-03-01 12.39.40

Crudaiola saporita

Semplice semplice, buona buona, senza sbattimento! Volendo può essere adatta anche per un pranzo fuori porta o in ufficio,  calda o fredda. La provate oggi stesso?

Ingredienti (per 2 porzioni)  
160g pasta corta
150g pomodorini
60g speck a cubetti
40g scamorza affumicata a cubetti
q.b. rucola
2  cucchiai olio evo
q.b. sale e pepe
1 spicchio di aglio (facoltativo)

crudaiola

Procedimento  
1. Mentre cuoce la pasta tagliare la scamorza a dadini e lo speck a listarelle spesse. Sgrassare leggermente lo speck su una piastra o una padella antiaderente.
2. Raccogliere il tutto in una ciotola sufficientemente grande e buttarvi dentro la pasta scolata al dente.
3. Condire con olio a crudo, rucola fresca e pepe. Servire calda o fredda.
4. Se non vi piace il sapore dell’olio crudo potete farlo insaporire in una padella con uno spicchio d’aglio e lasciarlo sfrigolare per qualche istante prima di condire la pasta.

Millefoglie di Pane Carasau

Oggi ricetta furbissima e buonissima. Devo ringraziare la mia amica Daniela per averla segnalata dopo averla a sua volta l’aveva scovata nel blog di Alessia di Muffin, cookies e altri pasticci.

Un piatto veloce, economico, svuota-frigo, buono sia caldo che freddo, ottimo per la pausa pranzo in ufficio, perfetto in estate… Insomma che volete di più dalla vita?

Anche questa ricetta, come di consueto, si trova anche nel mio food-blog principale con traduzione in Inglese, qui però vi do le dosi un po’ più precise e calibrate secondo il piano alimentare suggeritomi dalla mia nutrizionista.

Ingredienti (per 2 porzioni)

  • 160/180g pane carasau
  • 120g scamorza o mozzarella
  • 300g tra pomodori e zucchine
  • 4 cucchiai scarsi di olio (circa 20g in tutto)
  • sale e pepe quanto basta
  • basilico e origano (o altre erbe aromatiche a vostro piacimento) a volontà

Procedimento:

  1. Grattugiate le zucchine con una grattugia a fori larghi direttamente in una ciotola capiente e conditele con basilico spezzettato a mano, sale, una macinata di pepe e metà dell’olio.
  2. In un’altra ciotola, tagliate i pomodori privati dei semi a pezzetti e conditeli con il restante olio e l’origano. Lasciate riposare e insaporire le due verdure per almeno mezzora.
  3. Prendete una teglia da forno e fate uno strato di pane carasau spezzettato. A piacere bagnatelo leggermente con dell’acqua. Tuttavia se lo preferite più croccante, l’acqua rilasciata dalle verdure darà (secondo me) la giusta consistenza, tanto più se utilizzate della mozzarella invece della scamorza.
  4. Cospargete con i pomodori, le zucchine, la scamorza/mozzarella tritata grossolanamente al coltello e un filo d’olio. Schiacciate delicatamente con le mani per compattare il tutto e continuate formando strati di questo tipo fino ad esaurimento degli ingredienti, concludendo con le verdure, i formaggi e il sughetto del condimento.
    millefoglie carasau
  5. Infornate la millefoglie a 180/200° poco meno decina di minuti, giusto il tempo che serve a far fondere il formaggio, e servitela tiepida. (Io la preparo spesso nel fornetto alogeno).

millefoglie carasau

Vi invito a provarla con gli ingredienti più disparati che avete in frigo, soprattutto quelli prossimi alla scadenza che dovete consumare, wurstell, uova sode, peperoni, tonno, … sempre nel rispetto dei vostri piani alimentari!

Vedrete che con un piatto così non vi sembrerà nemmeno di essere a dieta, ve lo garantisco! 

 


Grano al prosciutto e melone

Un piatto unico se si può dire, l’ideale sarebbe accompagnare con altre verdure, magari crude e fresche ed eliminare la porzione di frutta prevista perché presente già nel piatto! Sicuramente un piatto che ispira durante l’estate, da mangiare sia caldo che freddo. Se vi sentite poco propensi alla sperimentazione potete provare a farlo con la zucca il prossimo autunno, il sapore è molto simile (e sarebbe a tutti gli effetti un piatto unico! Occhiolino).

grano al prosciutto e melone

Ingredienti per porzione:

  • 60/80g grano (o riso)
  • 150g melone cantalupo (retato a pasta arancio)
  • trito di cipolla
  • 70g prosciutto crudo
  • brodo q.b.
  • due cucchiai di olio (circa 10g)
  • sale
  • prezzemolo
  • 15g di parmigiano per mantecare

Procedimento:

  1. Procedere come per un normale risotto: tostare il grano con un cucchiaio di olio e la cipolla (aggiungere un cucchiaio di acqua per evitare un soffritto forte),  parte del melone tagliato a pezzi ed il brodo al bisogno.
  2. Continuare a mescolare e aggiungere brodo quando necessario. A qualche minuto dalla cottura aggiungere altro melone tagliato a pezzi (quello messo all’inizio sarà sicuramente sfaldato) parte del prosciutto cotto per insaporire e il restante olio. 
  3. Nel frattempo cuocere sulla piastra una o due fette di prosciutto crudo per farle diventare croccanti.
  4. A cottura ultimata mantecare con del del parmigiano grattugiato.
  5. Servire il grano guarnendo con il prosciutto crudo croccante e spolverate di prezzemolo. Per completare il pasto abbinare delle verdure.

Insalata di grano, feta e melanzane grigliate

Una ricetta velocissima e gustosissima, ottima sia per i pasti estivi, sia per la pausa pranzo in ufficio. Un vero piatto unico comprensivo anche della frutta!!! Nonché un ottimo sostituto alla solita, trita e ritrita, e anche un po’ noiosa, insalata di riso.

insalata di grano feta e melanzane

Ingredienti:

  • una piccola melanzana (150/200g)
  • 50g feta
  • 60/80g grano
  • 15g uvetta
  • menta
  • aglio
  • scorzette di limone
  • olio di oliva (15/20g)
  • una tazzina di aceto di mele

Procedimento:

  1. Cuocere il grano in acqua o brodo per 10 min. Ammollare l’uvetta nell’aceto di mele.
  2. Affettare la melanzana in fette non più spesse di 1/2 cm e spennellarle con poco olio. Grigliarle al microonde o sulla piastra. Quindi insaporirle con la menta e una virgola di aglio.
  3. Mischiare tutti gli ingredienti nel vostro portapranzo e profumare con scorzette di limone e altra menta. Buona buona!!! 10+

P1010432

Pomodori farciti al forno

Sfido chiunque a dire ancora che un pitto light non può essere gustoso, appetitoso e saziante dopo aver provato (oltre a svariate ricette su questo blog) questi pomodori farciti. Golosi ed appetitosi, adatti all’estate, si presta a svariate varianti per venire incontro anche ai gusti dei vegetariani (e vegani) o di chi ha delle intolleranze, ed è un’ottima maniera per svuotare il frigo e riciclare qualche avanzo di risotto o di brodo di carne, per non parlare del fatto che può essere un’idea carina per un pranzo con le amiche, anche con quelle che non sopportano le diete!

pomodori farciti al forno

Ingredienti per 2/3 porzioni:

  • 4/6 pomodori grossi
  • 160g carne macinata (io carne cotta in brodo)
  • 80g riso a grana lunga
  • 120g piselli
  • 1 carota
  • 1/2 cipolla
  • prezzemolo
  • poco olio 
  • brodo
  • sale e pepe

Procedimento:

  1. Lavare ed asciugare i pomodori. Tagliare la calotta dalla parte del picciolo ed eliminate dalla base una fettina sottile in modo che i pomodori si mantengano dritti. Svuotateli con un cucchiaio, salateli leggermente e lasciateli capovolti su un canovaccio per qualche minuto.
  2. Mettere nel mixer la carne (a meno che non sia già tritata) e le verdure, insieme alla polpa di pomodoro. Tostare leggermente il riso in una casseruola con poco olio, unire il trito di carne e verdure, e aggiungere brodo quanto basta per cuocere il riso lasciandolo piuttosto asciutto. A
  3. Farcire i pomodori con il “risotto” (buono anche così!), disporre sopra le calottine tenute da parte e infornare per  40 min. a 160°.
  4. Servire guarnendo con sugo di pomodoro fresco e prezzemolo.

Risi e Bisi à porter!

Gli onigiri (le pallottoline di riso tipiche giapponesi) sono un “ottimo formato” con cui portarsi un buon risotto, anche freddo, in ufficio per la pausa pranzo! Per ottenere degli onigiri perfetti esistono in commercio (su ebay per noi italiani) degli appositi stampini, in mancanza si possono modellare o servendovi di vasetti di yogurt con mix (che hanno di solito forma triangolare), oppure con le mani, magari aiutandovi con della pellicola per alimenti (guarda qui il procedimento).

Ingredienti per due porzioni:

  • 100gr di piselli sgranati (se comprati con la buccia considerate 300g),
  • 100gr di riso
  • 1 lit. di brodo
  • due cucchiai di olio evo
  • 60 prosciutto a dadini (oppure come in foto qualche fettina di salame – 30g, ogni tanto non guasta)
  • 1/2 cipolla bianca piccola
  • prezzemolo o altra erba aromatica,
  • due cucchiai di parmigiano reggiano
  • sale q.b.

Procedimento:

  1. In un pentolino mettere i piselli, la cipolla, i cubetti di prosciutto e un bicchiere d’acqua e lasciare cuocere per 10 min.
  2. A parte preparare del brodo e tenerlo in caldo, volendo possono anche uitlizzarsi i baccelli dei piselli se di varietà mangiatutto.
  3. Unire il riso ai piselli, lasciare che assorba i liquidi, quindi unire il brodo al bisogno mescolando per non farlo attaccare sul fondo.
  4. A pochi minuti dalla fine della cottura del riso aggiungere l’olio (se non vi piace il sapore dell’olio crudo, altrimenti aggiungetelo alla fine) e quando è cotto mantecare con il parmigiano.
  5. A questo punto servire oppure, per gli onigiri, lasciar riposare il tutto coperto qualche ora (o tutta la notte), quindi preparate i vostri onigiri con le apposite formine, oppure modellando il riso avvolto nella pellicola con le mani, e sistemare nel vostro portapranzo, decorando con verdura, fettine di salumi…

risi e bisi onighiri