La Dieta come Rieducazione ad una corretta alimentazione

Apro questo blog specificando cosa significa per me “essere a dieta”.
Un anno fa, arrivata ad un peso mai raggiunto prima, che per la prima volta mi aveva portato a superare la soglia del “normopeso” mi sono rivolta ad una nutrizionista con un preciso intento (che fortunatamente questa specialista ha condiviso): rieducarmi a mangiare correttamente ed imparare a gestire i pasti.

Per questo ho scartato le diete “squilibrate”, dissociate, iperproteiche, no-carb… ecc. :il mio intento era (ed è) abituarmi a mangiare correttamente e portare avanti tutta la vita un corretto stile alimentare, cosa che non avrei potuto ottenere con diete iperporteiche o in cui un qualsiasi alimento è consentito “a volontà” perché l’approccio non è educativo dal punto di vista del “togliersi il vizio” del mangiucchiare.
Ho anche scartato l’idea di una dieta no-carb perché non è una dieta che consente di vivere la socialità, è troppo distante da quelle che sono le mie abitudini alimentari e sopratutto una volta smessa si riprendono tutti i chili con gli interessi.

Seguo una dieta bilanciata, ossia completa di tutti gli alimenti (carbo, grassi, proteine, fibre) correttamente “dosati” e presenti a tutti i pasti.
La dieta mi è stata prescritta da una nutrizionista, è molto varia e rispetta molto il mio stile alimentare.

I pilastri su cui si fonda sono:
1) apporto calorico non inferiore al metabolismo basale
2) un po’ di movimento (palestra 3 volte a settimana, 1h, oppure 30 min. camminata al gg)
3) alimentazione varia e completa.
Per una persona come me alta circa 1,70 e dalla corporatura normale, il MB si aggira intorno alle 1500/1550 cal. E’ fondamentale non scendere sotto questa soglia perché altrimenti l’effetto che si avrebbe è il rallentamento del metabolismo (su questo aspetto tornerò) e quindi azzeramento del dimagrimento.
Sempre per tenere sveglio il metabolismo è importante muoversi un poco ma costantemente e variare i cibi che si assumono: se si mangiano sempre le stesse cose il metabolismo non è adeguatamente stimolato e si “addormenta”.

Ecco! Queste le tre regole d’oro per cominciare!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...